Il giardino incantato dei Tarocchi: Escursione giornaliera da Roma in pullman gran turismo: Domenica 27 maggio 2018, dalle h 10.00 alle h 19.30





Il Giardino incantato dei Tarocchi, un viaggio esoterico fra arte, natura e spiritualità

Quando: domenica 27/05/18, dalle h 10.00 alle h 19.30
Le prenotazioni devono pervenirci entro il: 20 maggio 2018
Ciò permetterà all'associazione di poter confermare la prenotazione del pullman e dei biglietti d'ingresso salta fila per il Giardino dei Tarocchi.

PROGRAMMA:
Appuntamento: dalle h 9.30 alle h 9.50 in Piazzale Ostiense, 2 (presso la fontana dell'Acea – posta di fronte all’uscita della Metro B Piramide)
Partenza per Capalbio: h 10.00
Durante il viaggio verrà effettuata una breve sosta per l'utilizzo dei bagni.
L'arrivo a Capalbio è previsto per le h 12.00 ca. Passeggiata storico-artistica lungo le mura e vicoli del borgo medievale di Capalbio.
Pranzo: libero
Pomeriggio: visita guidata al Giardino dei Tarocchi
Rientro a Roma: il rientro a Roma è previsto per le h 19.30 "traffico permettendo".

Quota di partecipazione:
€20 nuovi iscritti; €18 soci (da saldare al momento della prenotazione).
€25 per chi rimanda il pagamento alla mattina del 27 maggio 2018 (soci e nuovi iscritti).
Sconto per under 18 anni: €18 anche se nuovi iscritti, o se saldano a bordo del pullman la mattina del 27 maggio.


+ biglietto d'ingresso al Giardino dei Tarocchi (x info vedi sotto)

La quota di partecipazione include:
trasporto in pullman gran turismo, pedaggi autostradali e parcheggi, assicurazione a bordo del pullman, informazioni storico artistiche sul borgo di Capalbio, introduzione alla simbologia esoterica del giardino e interpretazione delle figure degli arcani maggiori dei Tarocchi, buona compagnia e tanta allegria!

La quota non include:
- Il pranzo sarà a spese dei partecipanti, suggeriamo di portare pranzo al sacco che potrà essere consumato su di una terrazza panoramica affacciata sulla Maremma Toscana, in alternativa sarà possibile mangiare in uno dei tanti ristoranti locali a proprie spese.
- Mance per gli accompagnatori e l'autista (suggeriamo di offrire "almeno" 2 euro a persona x le mance, queste verranno divise in parti uguali da distribuire al personale. Le mance verranno richieste al termine della giornata e sono facoltative, anche se molto apprezzate dal personale, e un modo carino per ringraziare chi ha contribuito a rendere piacevole la nostra gita!).
- Il biglietto d'ingresso al Parco dei Tarocchi da pagare all'ingresso del sito. Costo €7 a persona, tariffa ridotta concessa a gruppi di almeno 25 persone, con diritti di prenotazione.
Gratuito: per bambini con età inferiore a 7 anni e persone disabili.
**Nota Bene: Non sono previste altre tipologie di riduzione essendo €7 tariffa già scontata. Il biglietto intero normalmente costa €12.

Responsabilità
L'assicurazione coprirà i soci solo a bordo del pullman. Durante lo svolgimento della gita l’associazione offre solo il servizio di guida e accompagnamento, i partecipanti avranno quindi assoluta responsabilità per la propria sicurezza e quella dei propri figli.

Informazioni e Prenotazioni:
contattare Daniela Cirilli, 3428847988, rome4udanielacirilli@gmail.com, indicando nome e cognome di chi effettua la prenotazione, numero dei partecipanti (specificando l'età di eventuali bambini), numero di cellulare e indirizzo mail. Sarete contattati dall'associazione per completare l'iscrizione che sarà confermata dopo la ricezione della Quota di partecipazione.
**Le prenotazioni devono pervenirci entro e non oltre il 20 maggio 2018**
Ciò permetterà all'associazione di poter confermare la prenotazione del pullman e dei biglietti d'ingressocon diritto di prenotazione per il Giardino dei Tarocchi.

Per ulteriori informazioni e leggere la presentazione della gita, consultate il nostro sito: www.romaelazioperte.blogspot.com



Descrizione:
La mattina sarà dedicata alla visita del borgo medievale di Capalbio paesino, piccolo, silenzioso e con la vista che spazia fino al mare.



Un’atmosfera di altri tempi si respira fra le viuzze, piccoli passaggi e i repentini saliscendi su cui affacciano case, chiese, torri e bei negozietti protetti da alte e possenti mura di cinta, lungo le quali e possibile passeggiare e dalle quali si gode di un magnifico panorama che si estende a volo d’uccello sulla campagna della Maremma Toscana fino al mare, che s’intravede sullo sfondo.


Nel pomeriggio visiteremo il giardino dei Tarocchi situato nei pressi di Pescia Fiorentina, frazione di Capalbio (GR).Nato dall’estro dell’artista franco-statunitense Niki de Saint Phalle, il Giardino dei Tarocchi si presenta come un universo immaginario ed eccentrico che strizza l’occhio a Gaudí, Botero e Mirò, e reinterpreta in chiave moderna il sogno onirico dei giardini rinascimentali e barocchi, animati da mostri, figure bizzarre e piacevoli giochi d’acqua,  come ad esempio Appennino, metà uomo, metà montagna, la gigantesca scultura alta più di dieci metri nata nel 1580 dalla mente dell’artista fiammingo Jean de Boulogne noto come il Giambologna, si trova al centro del Parco mediceo di Pratolino (Fi).


Le sculture del parco dei Tarocchi si presentano come grosse strutture in acciaio ricoperte di vetri colorati, specchi e ceramiche preziose incastonati tra loro come tasselli di un grande mosaico.

Camminando si ha l'impressione di immergersi in una favola in cui natura, spiritualità e mito convivono in un rapporto simbiotico. Il parco prevede diversi percorsi che si estendono per due ettari, durante il cammino si trovano incisi messaggi e simboli esoterici che aiutano il viaggio interiore di ogni visitatore.

Ad ispirare l’artista sono state le figure degli arcani maggiori dei tarocchi, 78 carte da gioco dense di significati simbolici ed esoterici, utilizzate per giochi di presa, la cui origine risale alla metà del XV secolo nell'Italia settentrionale.

Il parco è l’ultima tappa di un percorso artistico iniziato da Niki a metà degli anni Sessanta, dopo aver abbandonato il Nouveau Réalisme per la creazione delle cosiddette “Nanas“, enormi e sinuose figure femminili percorribili ed abitabili, la prima delle quali – La Hon – venne realizzata nel 1966 per il Museo di Stoccolma e la più famosa delle quali, la Tête, fu terminata nel 1973 nel bosco di Milly-la-Foret in Francia e dichiarata monumento nazionale dal presidente Mitterrand.


Molteplici le fonti di ispirazione tra le principali, in particolare sarà il Parc Güell di Antoni Gaudí a Barcellona da lei visitato nel 1955, ma anche il Parco dei Mostri di Bomarzo a lei molto caro. I colori vivaci e intensi rimandano a Mirò e Picasso, mentre le forme morbide e sensuali s’ispirano a Matisse e Botero, ma non mancano rimandi all’astrattismo di Kandinskij e Klee.

La realizzazione del progetto ha preso avvio alla fine degli anni settanta ed è terminato solo nel 2002, al momento della scomparsa dell’artista.

Un lavoro lungo e minuzioso completamente autofinanziato dall'artista e costato circa 10 miliardi delle vecchie lire. Ad affiancare Niki de Saint Phalle il marito Jean Tinguely, scomparso nel 1991, che ha creato le strutture metalliche delle enormi sculture e ne ha integrate alcune con le sue mécaniquesassemblaggi semoventi di elementi meccanici in ferro. 

Niki e Jean sono anche autori della Fontana Stravinsky, fontana animata che si trova nel Centro Pompidou di Parigi, conosciuto anche come Beaubourg, inaugurato nel gennaio del 1977.




All’opera hanno collaborato anche Ricardo Menon, amico ed assistente personale di Niki de Saint Phalle anch’egli scomparso pochi anni or sono, e Venera Finocchiaro, ceramista romana; le sculture più piccole del Giardino (la Temperanza, gli Innamorati, il Mondo, l’Eremita, l’Oracolo, la Morte e l’Appeso), realizzate a Parigi con l’aiuto di Marco Zitelli, sono state poi prodotte in poliestere dai fratelli Robert, Gerard e Olivier Haligon.

L’architetto ticinese Mario Botta, in collaborazione con l’architetto grossetano Roberto Aureli, hanno disegnato il portale d’ingresso, un’apertura circolare al centro di una lunga e spessa muraglia in tufo, pensata come una soglia che segna il passaggio dal mondo reale a quello onirico del giardino.






Nessun commento:

Posta un commento

Non è permesso fare pubblicità sul nostro sito
Non è permesso cercare e offrire prestiti
Non è permesso lasciare commenti offensivi

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.